Il DPCM 3 novembre 2020 - La Calabria, con Ordinanza del Ministero della Salute del 4 novembre 2020, è stata inserita nelle zone con “scenario di tipo 4” (le cosiddette ZONE ROSSE).

La categoria

05/11/2020

Ecco una sintesi di quanto previsto:

 

SPOSTAMENTI

Coprifuoco dalle 22.00 alle ore 5.00 del giorno successivo; sono possibili spostamenti solo per esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute.

È vietato ogni spostamento anche all’interno del proprio comune, salvo che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute; viene consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Per spostarsi è necessario l’autocertificazione (scaricabile da qui)

 

ATTIVITÀ COMMERCIALI

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità sia nei piccoli negozi che nei supermercati.

Sono chiusi i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari.

Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.

Sono sospese le attività inerenti servizi alla persona, diverse da lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia, attività delle lavanderie industriali, altre lavanderie, tintorie, servizi di pompe funebri e attività connesse, servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere.

 

SERVIZI DI RISTORAZIONE

Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie); restano consentite la ristorazione con consegne a domicilio e, fino alle 22.00, la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

 

SPORT E TEMPO LIBERO

Sospese tutte le attività sportive.

È consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione e attività sortiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale.

Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, con eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientrati nei livelli essenziali di assistenza.

Sono sospese le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.

Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò.

 

SCUOLA E CULTURA

È previsto lo svolgimento della didattica a distanza per le classi di seconda e di terza media della scuola secondaria di primo grado (ex scuola media) e per le classi della scuola secondaria di secondo grado (ex scuola superiore).

Sono sospese le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri Istituti e luoghi della cultura.

 

LAVORO AGILE

I datori di lavoro pubblici limitano la presenza del personale nei luoghi di lavoro organizzandosi con il lavoro agile.

 

MEZZI PUBBLICI

A bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale, con esclusione del trasporto scolastico dedicato, è consentito un coefficiente di riempimento non superiore al 50 per cento.

 

CONCORSI

È sospeso lo svolgimento delle prove concorsuali pubbliche e private ad esclusione dei concorsi per il personale del servizio sanitario nazionale e di quelli per il personale della protezione civile.

 

ACCOMPAGNATORE E VISITATORI NELLE STRUTTURE SANITARIE

È fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti, di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso (DEA/PS).

L’accesso dei parenti e dei visitatori alle strutture ospedaliere, di lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA), strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani è permesso solo per casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura.

indietro

torna all'inizio del contenuto